Pagine

lunedì 21 agosto 2017

5 passi per aiutare un gatto arrabbiato

In questo articolo scoprirai 5 passi per aiutare un gatto arrabbiato a comportarsi meglio. Se anche tu hai questo problema questo articolo è per te.

Un gatto irritabile rende la convivenza difficoltosa. I gatti che hanno questo tipo di comportamento possono diventare anche un pericolo per chi vive con loro, soprattutto quando mordono e graffiano eccessivamente.


L'ideale, se hai un gatto piccolo, sarebbe di addestrarlo da subito con modi gentili affinchè non sviluppi aggressività.
Puoi ottenere questo dedicando molto tempo a giocare con lui stabilendo un rapporto affettivo. Io ho sempre fatto così e ho sempre ottenuto buoni risultati.

Potrebbe succedere durante la crescita che qualche causa scatenante possa rendere il tuo gatto irascibile, in questo caso puoi adottare gli accorgimenti che ti sto per suggerire.


5 passi per aiutare un gatto arrabbiato



Primo passo

Non urlare al tuo gatto quando diventa aggressivo. Sgridarlo quando fa qualcosa che non deve è un ottimo modo per fargli capire che una determinata cosa non deve essere compiuta, ma se urli con troppa veemenza non farai altro che ottenere il risultato opposto. I gatti infatti, come anche gli altri animali, non rispondono bene alle urla, quindi è probabile che inizi ad avere paura di te piuttosto che calmarsi.


Gli animali domestici che sono arrabbiati con i loro proprietari tendono a comportarsi peggio, anche per dispetto. Questo non solo non risolve il problema ma lo accentua.


Secondo passo


Spruzza un po' di acqua verso il tuo gatto nel caso facesse qualcosa che non vuoi. I gatti generalmente non amano l'acqua e il modo più semplice per scoraggiare i cattivi comportamenti è proprio quello di metterlo a contatto con quest'ultima. I gatti sono intelligenti e hanno una buona memoria, dopo qualche volta assocerà il gesto dello spruzzo con un'azione che non deve compiere, quindi farà un'associazione del tipo: “se faccio questo otterrò qualcosa che non mi piace”.  E' bene nascondere l'oggetto che utilizzi come spray, in modo che il tuo gatto non ne abbia paura. Questo si chiama comportamento modificante attraverso la ripetizione.


La tecnica che ho suggerito ora è anche molto utile quando entra in casa un gatto nuovo. Come certamente sai il micio che è già in casa tende a non accettare subito il nuovo entrato, e generalmente lo fa soffiandogli. Utilizzando questo modo il gatto che è in casa smetterà immediatamente.


Terzo passo


Non lasciare il tuo gatto troppo solo. La solitudine o la noia possono fa nascere aggressività. In entrambi i casi, predisponi qualche gioco affinchè possa divertirsi anche se non ci sei. Fallo soprattutto se sei costretto a stare fuori di casa per molto tempo.


Un posto tutto suo o un gioco (i miei vanno matti per i topini pelosi), è un semplice modo per intrattenerlo. Appena torni a casa gioca con lui. Questo lo fa sentire desiderato e amato. I gatti richiedono meno impegno rispetto ai cani, ma sentono molto sia la solitudine che la noia.


Quarto passo


Sterilizza il tuo gatto (riferito soprattutto ai maschi). Facendo questo non solo lo rendi più sereno e pacifico, ma impedirai anche che i gattini vengano lasciati per strada o addirittura uccisi nella peggiore delle ipotesi. Sterilizzandolo otterrai maggiore tranquillità per lui, evitando anche il combattimento con altri gatti se è abituato ad uscire, e per te.


Quinto passo


Sii autorevole. Come abbiamo detto nel primo passo, non urlare con lui nel momento in cui fa qualcosa che non deve. Bisogna ricordarsi che è un animale. Questo genererà in lui ancora maggiore aggressività. Tuttavia puoi calmarlo sgridandolo con un tono di voce fermo e deciso. E' necessario che comunque capisca che tu sei il padrone, anche se crede di esserlo lui :-). In questo modo rispetterà di più le regole e te, evitando che ti si rivolti contro.



Cosa fare ora


Adesso metti in atto questi consigli. Questi cinque passi possono cambiare il comportamento del tuo gatto in  meglio rendendolo più felice e rendendo la convivenza più piacevole, evitando di avere un gatto arrabbiato.


Ricorda che cambiare un qualsiasi tipo di comportamento, anche negli esseri umani, richiede tempo e pazienza, ma egli scoprirà finalmente come deve comportarsi per essere felice.


Un abbraccio


Cristina


Nessun commento:

Posta un commento

5 passi per aiutare un gatto arrabbiato

I n questo articolo scoprirai 5 passi per aiutare un gatto arrabbiato a comportarsi meglio. Se anche tu hai questo problema questo arti...